Tutti gli articoli di condominioweb

Un condominio può nascere da una divisione ereditaria?

Com’è noto, l’edificio, quando appartiene ad un unico soggetto, non si qualifica ancora come condominio, non essendovi proprietà individuali distinte. Esso nasce con il primo atto di frazionamento, con l’attribuzione di una proprietà privata facente parte dell’edificio, a terzi. Il tutto può avvenire sia per

Canna fumaria: quando è lecita

La canna fumaria è un’opera volta a convogliare i fumi derivanti da combustione dall’interno di un locale o camera di combustione (es. caldaia per il riscaldamento) verso l’esterno. La giurisprudenza ritiene che la sua installazione in appoggio al muro perimetrale comune dell’edificio, di per sé

Il rimborso delle spese anticipate dal condomino per il condominio

L’art. 1134 c.c. dispone che “Il condomino che ha assunto la gestione delle parti comuni senza autorizzazione dell’amministratore o dell’assemblea non ha diritto al rimborso, salvo che si tratti di spesa urgente”. Principio generale è quindi l’assenza di necessità di rimborso di quanto anticipato dal

Lastrico solare condominiale

L’art. 1117 c.c. indica una serie di beni e servizi del condominio che si presumono in comproprietà di tutti i condomini condominiali, ovvero condominiali, salvo prova contraria. L’elenco è esemplificativo e non esaustivo. In generale, specifica comuni il tetto, le fondamenta, le tubature, l’ascensore e

La delibera che ha ad oggetto una innovazione generale che interessa tutti i condomini deve vedere il voto anche dei condomini che non godono direttamente del bene

Per innovazioni in condominio devono intendersi non tutte le modificazioni ma solamente quelle modifiche che, comportando l’alterazione dell’entità materiale o il mutamento della destinazione originaria, implicano che le parti comuni, in seguito all’attività o alle opere eseguite, abbiano una diversa consistenza materiale ovvero vengano ad

Locazione in condominio e mediazione

Locazione in condominio e mediazione

La materia della locazione vede l’accesso obbligatorio immediato in mediazione. Il procedimento conciliativo può avere radice dall’inosservanza di varie norme: gli obblighi sanciti dal codice civile, dalle norme in tema di c.d. Legge Equo canone, cioè della L. 392/1978 e successive modificazioni, ovvero da quelli

Infiltrazione dall’impianto idrico

A seguito della Riforma, gli impianti che ricadono tra le parti comuni -in precedenza individuati come “gli acquedotti, le fognature e i canali di scarico, gli impianti per l’acqua, per il gas, per l’energia elettrica, per il riscaldamento e simili” – sono ora definiti, con

La verbalizzazione dell’assemblea

Delle riunioni dell’assemblea si redige processo verbale da trascrivere nel registro verbali assemblee, tenuto dall’amministratore. Come afferma la giurisprudenza a) non è corretto omettere di riprodurre nel verbale l’indicazione nominativa dei singoli condomini favorevoli e contrari e le loro quote di partecipazione al condominio, limitandosi a prendere

L’obbligo costante di redazione del verbale assembleare

Il verbale assembleare è il documento nel quale le scelte assunte dai condomini prendono forma scritta. Ma il verbale deve essere redatto anche quando l’assemblea non delibera? A tale proposito merita di essere segnalata un recente sentenza (inedita) del Tribunale di Padova del 21 dicembre 2023.

Decadenza (revoca di diritto) dell’amministratore dalla carica

Per poter svolgere l’attività di amministratore di stabili devono ricorrere determinati requisiti, così come previsti dall’art. 71 bis disp.att. c.c. Si tratta, in primo luogo, dell’assenza di condizioni soggettive ostative/negative. L’amministratore, oltre a dover godere dei diritti civili, non deve essere stati condannato per delitti contro la

Piu criteri per ripartire la spesa dell’acqua

La suddivisione della spesa tra i condomini, in astratto, potrebbe essere operata secondo diverse modalità di calcolo, a seconda della base che si intende prendere come riferimento. I diversi criteri di contabilizzazione della spesa Si possono ipotizzare le seguenti tipologie di frazionamento: Suddivisione in base al numero

Ripartizione delle spese delle scale e dell’ascensore

Negli edifici condominiali, le scale e i relativi pianerottoli, sono strutture funzionalmente essenziali del fabbricato e si qualificano fra le parti di questo che, in assenza di titolo contrario, devono presumersi comuni nella loro interezza a tutti i condomini in virtù del dettato dell’art. 1117 c.c.,

Annullamento di delibera per cessazione della materia del contendere

La declaratoria della cessazione della materia del contendere presuppone non solo che, nel corso del processo, sia sopraggiunto un evento incidente sulla situazione sostanziale preesistente in qualche modo idoneo a soddisfare l’interesse finale dell’attore, ma anche che entrambe le parti concordino tanto sull’esistenza dell’evento quanto sul sopravvenuto

Impugnazione di delibera assembleare: diligenza dell’istante in mediazione

Le deliberazioni assembleari, quando sono viziate, possono essere invalidate a titolo di nullità o annullabilità. Mentre la nullità segue i principi contrattualistici, secondo cui l’impugnazione può essere promossa da chiunque vi abbia interesse, non è soggetta a prescrizione e/o decadenza, salvo le eventuali conseguenti azioni (ad es. prescrizione della conseguente

Gestione contabile confusa e non chiara: l’amministratore ne paga le conseguenze

L’art. 1129 c.c. dispone che ha l’obbligo di convocare l’assemblea per l’approvazione del bilancio entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio. L’art. 1131bis c.c., primo comma, ne detta modalità e contenuto disponendo che il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione

Impossibile usucapire un bene condominiale demaniale

L’istituto dell’usucapione è disciplinato all’art. 1158 c.c., il cui testo è il seguente “La proprietà dei beni immobili e gli altri diritti reali di godimento sui beni medesimi si acquistano in virtù del possesso continuato per venti anni“. Per perfezionare l’usucapione occorre il possesso continuo,

Locazione in condominio

La locazione in condominio può venire in considerazione sotto un duplice aspetto: il primo concerne il contratto di locazione di un bene comune da parte del condominio; il secondo invece interessa il singolo condomino che dà in affitto la propria unità immobiliare. A. La locazione

Per ritinteggiare la facciata della villetta del supercondominio può essere necessario il nulla osta del consiglio di amministrazione del complesso edilizio Fonte: https://www.condominioweb.com/per-ritinteggiare-la-facciata-della-villetta-del-supercondominio-puo-essere-necessario-il-nulla.21075

L’art. 1117 bis c.c. dispone che “Le disposizioni del presente capo si applicano, in quanto compatibili, in tutti i casi in cui più unità immobiliari o più edifici ovvero più condominii di unità immobiliari o di edifici abbiano parti comuni ai sensi dell’articolo 1117 c.c.”

Non è facile usucapire la canna fumaria del vicino

Introduzione L’accessione è un modo di acquisto della proprietà a titolo originario. La proprietà di una cosa si estende a quello che si unisce ad essa, in ragione dell’incorporazione materiale, indipendentemente dallo stato soggettivo del proprietario. Si qualifica come attrazione reale, sulla cui base la

Impalcature in condominio e furto in abitazione: il condominio è responsabile per mancata vigilanza mentre l’impresa per mancata adozione di accorgimenti

Anche il Condominio può essere responsabile per l’ipotesi di furto commesso in appartamento che risulti essere stato agevolato dalla presenza di impalcature, in quanto soggetto tenuto, in persona dell’amministratore, a vigilare sull’attività compiuta dalla ditta esecutrice dei lavori deliberati dall’assemblea. Non solo. Anche l’impresa incaricata